Libri

Sei notti e un’alba tramano il capolavoro di Vladimir Maksimov, I sette giorni della creazione, che ripercorre il cammino del dubbio e della speranza nella Russia del terrore staliniano.

Il volume Pittura, sacralità e carne nel rinascimento e nel barocco ripercorre gli episodi salienti della pittura italiana e internazionale dal XIV al XVII secolo.

Un cammino interiore dell’arte contemporanea attraverso le tensioni spirituali, i temi legati alla condizione dell’uomo, le opere pittoriche e scultoree che ritraggono l’urgenza di Dio.

Il libro ripercorre i diversi momenti figurali di uno dei maggiori pittori italiani del XX secolo.

Bizantina è la Madonna di Tindari, ma anche latina e mediorientale. Creazione del romanico che non conosce confini geografici e divisioni politiche.

Edita in italiano, francese e inglese, la monografia traccia il profilo geografico e storico, monumentale e artistico della Sicilia dei secoli XI e XII.

Viaggio intorno al mondo creativo di Totò Bonanno alle radici e ai maestri, agli incontri e agli scambi, ai rapporti intellettuali ed estetici.

La pittura di Totò Bonanno interpreta la Sicilia e i suoi paesaggi con riferimento a Verga e Sciascia.

Determinano l’iter del volume capitoli rappresentativi degli sviluppi formali di un secolo nell’Isola in rapporto, soprattutto, ai movimenti italiani.

È il primo testo monografico di Franco Nocera, che si offre come scoperta di un pittore che eredita la violenza espressionista, tendente a un informale saturo di eros e di cromie magmatiche.

A partire dalle Avanguardie il volume indaga i movimenti che rendono l’arte italiana della prima metà del XX secolo protagonista nel panorama internazionale.

La riscoperta e la rivalutazione della civiltà barocca nella capitale della Sicilia porta a comprendere le peculiarità che la rendono unica e irripetibile nel vasto panorama internazionale.

Un itinerario che si sviluppa diacronicamente sino al novecento, rivisitando le testimonianze sacre delle varie epoche.

Georges Bernanos ci offre un esempio forse unico di un’opera d’arte costruita su un principio sterile, su un non-valore.

In questo volume si vuole evidenziare come il creatore di Mouchette senta il problema del male nella sua duplice realtà: la satanica e l’umana.

Si tratta di una trilogia che indaga, nell’opera letteraria di Georges Bernanos, l’inquietudine, il male e l’angoscia.