Nigra sum sed formosa

Presentazione: Ignazio Zambito
Editore: Tindari
Pagine: 76
Immagini: 41
Anno di pubblicazione: 1996

Bizantina è la Madonna di Tindari, ma anche latina e mediorientale. Creazione del romanico che non conosce confini geografici e divisioni politiche, lievitato dall’umanesimo cristiano aperto agli influssi di ogni regione.  Da secoli indicata, con riferimento al Cantico dei Cantici, come Nigra Sum per l’incarnato bruno del volto, è oggetto di venerazione. A lei giungono pellegrini da ogni parte.

Parecchi storici che si sono interessati al simulacro non danno precise notizie sull’origine e sulla struttura. È probabile che sia giunta dalla Palestina, portata con sé da Adelasia,  madre di Ruggero II, che termina i suoi giorni nel cenobio di Patti.

 

 

 

 

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed Formosa

Nigra Sum Sed FormosaNigra Sum Sed FormosaNigra Sum Sed FormosaNigra Sum Sed FormosaNigra Sum Sed FormosaNigra Sum Sed Formosa
1996--Nigra-Sum-Sed-Formosa